Bonus Mobili 2021

Inserito da: Linkarredo In: Trend Design Sopra: Commento: 0 Colpire: 302

Bonus Mobili 2021 

Il Bonus Mobili 2021

Si rinnova anche per quest’anno il Bonus Mobili che consiste nella detrazione IRPEF al 50% delle spese sostenute per lacquisto di mobili e di grandi elettrodomestici destinati ad arredare tutti gli immobili che hai deciso di ristrutturare. Rispetto allo scorso anno, però, c’è un’importante novità: l’innalzamento del tetto massimo di spesa da 10.000 a 16.000 euro. Cerchiamo di capire come funziona questo bonus più nel dettaglio.

Come funziona il Bonus Mobili 2021?

Il principio fondamentale per accedere a queste detrazioni è che il Bonus Mobili è subordinato ad una ristrutturazione edilizia. Ma quali sono i lavori che rientrano in una ristrutturazione? Sono considerati tali, per esempio, l’abbattimento di un muro o anche tutta la manutenzione straordinaria come: il rinnovo dei bagni o la sostituzione degli infissi. Questi interventi permettono l’accesso al bonus, ma la manutenzione ordinaria, come per esempio la tinteggiatura dei muri, no. Per beneficiare del Bonus Mobili 2021 è anche necessario che la data di inizio dei lavori sia antecedente a quella in cui è stato effettuato l’acquisto dei beni per cui si vuole usufruire della detrazione. La data di avvio è indicata nelle comunicazioni richieste dalle normative edilizie ma è possibile anche indicarla mediante autocertificazione compilando una dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Detto ciò è chiaro che tutti i mobili o elettrodomestici acquistati prima della ristrutturazione non potranno beneficiare in alcun modo del bonus. I mobili che possono essere acquistati sfruttando il Bonus Mobili possono essere: cucine, tavoli, librerie, armadi, letti e così via. Quanto agli elettrodomestici parliamo di: lavatrici, asciugartici, condizionatori, apparecchi per l’illuminazione, eccetera. Va tuttavia rilevato un aspetto fondamentale: per tutti gli elettrodomestici è richiesta l’appartenenza alla classe A+ o superiore, a parte nel caso dei forni i quali devono rientrare almeno in classe A. Alcune spese però non possono sfruttare il vantaggio della detrazione, parliamo dell’acquisto di porte, pavimenti, tendaggi e oggettistica varia per la casa. Sul sito delle Agenzie delle entrate puoi comunque trovare l’elenco completo dei beni che rientrano all’interno del Bonus Mobili 2021.

Chi può richiedere il Bonus Mobili?

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti in Italia e possono accedervi anche più di una volta se posseggono più di un immobile. Il bonus risulterà poi assegnato sempre e solo all’intestatario delle fatture. Ma come si ottiene il Bonus Mobili 2021? Nel concreto le prime cosa da fare sono: assicurarsi di effettuare pagamenti idonei, trasmettere la comunicazione ENEA (in caso di acquisto di elettrodomestici) ed inserire tutto nella dichiarazione dei redditi. I pagamenti devono essere effettuati mediante bonifico fiscale, carta di credito o con finanziamento. Non è consentito pagare tramite assegni bancari o in contanti. Nel caso di finanziamento bisognerà poi comunicare che si vuoi usufruire del Bonus Mobili perché la società finanziatrice dovrà pagare il fornitore con le stesse modalità sopra indicate. Infine, la detrazione verrà riconosciuta, come anticipato, sotto forma di rimborso fiscale IRPEF e questo rimborso verrà ripartito in 10 anni fino al raggiungimento del credito conseguito, ricordando che il tetto massimo di spesa per il 2021 è ora pari a 16.000 euro.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password